Tra un mese il festival: qualche anticipazione

A poco più di un mese dalla quarta edizione di Libra, vi anticipiamo il sottotitolo annunciato dal direttore artistico Paolo Vachino: “Per valli, vette, crinali e confini”, dove si fa riferimento alle tematiche che si affronteranno nelle giornate di ottobre insieme ai numerosi ospiti del festival. Se ne parlerà, tra gli altri, con l’antropologo Marco Aime e con il paesologo Franco Arminio, con gli scrittori Michele Marziani, Bruno Arpaia e Paolo Ciampi.

Un Festival diffuso intorno ai libri e non solo, che conferma la sua vocazione di evento dedicato alla letteratura montana e naturalistica, e che ha a cuore i temi dello spopolamento e del recente riavvicinarsi alla montagna, del paesaggio fragile e della tutela dell’ambiente montano, del come rivivificare l’Appennino, e riscoprire la cultura locale. Del fare comunità, intesa soprattutto come senso comune di appartenenza per la difesa di un territorio, di un progetto di riqualificazione territoriale e ambientale.

Le giornate di Libra saranno come sempre ricche di eventi collaterali, tra cui i laboratori di acquerello con il pittore Claudio Jaccarino, il concerto del sabato con Giorgio Canali, le escursioni con gli autori nei boschi tra i più incantevoli dell’Appennino. A breve sul sito il programma dettagliato con tutti gli eventi.

Foto: In Quiete