P come Paesologo. Franco Arminio

Franco Arminio, il “Paesologo” d’Italia, sarà a Libra domenica 13 ottobre. Animatore di battaglie civili e organizzatore di eventi culturali, tra cui La luna e i calanchi ( un anno di azioni paesologiche ad Aliano), in cui le arti si incontrano tra loro e incontrano i luoghi, un intreccio teso a ridare valore ai luoghi e nuova vitalità all’esperienze artistiche. Arminio collabora con diverse testate locali e nazionali e ha realizzato anche vari documentari in cui si mostra come sono oggi i paesi del sud, mettendo in rilievo la bellezza dei paesaggi e i danni prodotti da un certo tipo di modernità. Nel 2010 è stato realizzato un film sul suo impegno dal titolo Di mestiere faccio il paesologo. Da molti anni partecipa a innumerevoli manifestazioni sulle problematiche dei territori e recentemente ha avviato alcune scuole di paesologia (ne ha già condotte una decina in ogni parte d’Italia). Ha svolto varie conferenze e incontri sul paesaggio in molte università e centri di ricerche. Ha pubblicato numerosi libri, con notevole successo di critica e crescente apprezzamento dei lettori. Tra gli ultimi: Vento forte tra Lacedonia e Candela (2008, Premio Stephen Dedalus per la sezione Altre scritture), Nevica e ho le prove. Cronache dal paese della cicuta (2009), Cartoline dai morti (2010), Terracarne (2011), Geografia commossa dell’Italia interna (2013).Ha pubblicato numerose raccolte di versi, tra cui Le vacche erano vacche e gli uomini farfalle (2011), Stato in luogo (2012), Cedi la strada agli alberi. Poesie d’amore e di terra(2017, premio Brancati 2018) e Resteranno i canti (2018).